quotazione oro
  • 24k  
  • 22k  
  • 20k  
  • 18k  
  • 14k  
  •  8k  
inserisci il peso
da quotare in grammi
quotazione argento
  • 999  
  • 925  
  • 800  
inserisci il peso
da quotare in grammi
newsletter
Iscrivendoti alla newsletter di Universo Oro riceverai informazioni sempre aggiornate sulle nostre attività.
inserisci il tuo indirizzo email:
servizio gold alert
Attiva il Goldalert e sarai informato in tempo reale quando la quotazione raggiungerà il valore che hai scelto!

Comprare e rivendere oro, è una buona fonte di guadagno?

Negli ultimi anni il valore dell'oro ha avuto un aumento notevole ed è diventato una fonte di guadagno specialmente per coloro che operano nel settore. Perciò anche gli investitori scelgono di acquistare o di vendere oro invece di specifiche valute. 
L’oro ha sempre rappresentato un bene rifugio per antonomasia: acquistare l’oro per investimento ha dato buoni guadagni, fatte salve dovute ma rare eccezioni. Dove è possibile comprare oro? L’oro da investimento è uguale o diverso dall’oro che conosciamo? Come ci si può fidare di coloro che lo vendono?
Ecco consigli utili per coloro che vogliono acquistare oro per investimento e eventualmente rivenderlo per tratte guadagno.

Secondo la legge 7/2000 ci sono tre tipi di oro: l’oro per investimento cioè lavorato in piccole placche dette lingotti, con un peso maggiore a un grammo e con una purezza maggiore di 995 millesimi. Sono oro da investimento le monete, di purezza maggiore a 900 millesimi, che sono state coniate dopo l’800. Poi c’è l’oro per uso industriale, ancora grezzo e destinato alla fusione, come trovato in natura; anche i semilavorati con purezza maggiore di 325 millesimi e l’oro in lingotti che viene inviato per la lavorazione o fuso di nuovo per fare lingotti più grandi. Infine c’è una terza categoria ampia: tutto l’oro che non fa parte delle prime due: l’oro per gioielleria, quello per componenti elettronici o utilizzato in medicina (rivestimenti di denti).

L’unità di misura è il carato oppure kt, cioè la quantità di oro esistente in un qualsiasi oggetto: per esempio l’oro in una moneta antica. 
L’oro per investimento si divide in due tipi: fisico e finanziario: Il fisico è costituito dai lingotti, placche, medaglie o oggetti di oreficeria. Chi vuole investire può comprare l’oro mediante un conto metalli, come un conto corrente di banca. Si può sia comprare che vendere oro e anche custodirlo senza mai ritiralo fisicamente, ma in qualsiasi momento possiamo ritirarlo.
I lingotti si identificano con un numero inciso sul lingotto (conto di tipo allocato), oppure non hanno identificazione (conto non allocato). Sull’oro che si acquista si possono fare operazioni finanziarie.
I vantaggi di investire in oro fisico sono la solubilità immediata, la possibilità di nasconderlo e, nel caso di una guerra, è la riserva maggiore per gli Stati.
Gli svantaggi sono che potrebbe essere rubato. Questo rischio non si corre se l’oro è finanziario e lasciato in depositi. Un altro svantaggio è che per venderlo bisogna andare in un compro oro e stare attenti che siano corretti i pesi e i prezzi da applicare, ovviamente secondo le quotazioni aggiornate.
I vantaggi invece dell’oro finanziario consistono nella possibilità di fare operazioni online e la liquidità è immediata con un click dal computer. Inoltre si possono fare illimitate compravendite da casa.
Un altro modo per acquistare oro è recarsi in un banco metalli.
Questi esercizi, esistono ormai nelle principali città italiane e ritirano oro usato dai clienti che vogliono ricavare denaro da una vecchia catenina o un braccialetto: così ricevono in cambio la quotazione dell’oro usato. L’oro che viene ritirato viene poi mandato in fonderie che lo riducono a forma di lingotto, i gioielli migliori al posto di mandarli alla fusione vengono rigenerati.

Nei negozi di compro oro si possono anche trovare dei lingotti già pronti e marchiati. La loro quotazione è quella ufficiale dell’oro, riportata sia dai giornali che dai quotidiani online, aggiornate in tempo reale. Se ci si reca da un compro oro si risparmia sia il tempo che i costi per la gestione dei conti bancari e abbiamo il possesso fisico dell’oro. Ma quando si entra in un negozio compro oro bisogna rispettare delle norme.
Innanzitutto bisogna far riferimento alla quotazione aggiornata dell'oro. Poi si deve verificare di che tipo è il proprio gioiello, cioè quanto oro contiene, esiste una incisione piccolissima che riporta i millesimi (750 o 900) di oro che sono contenuti effettivamente.  Successivamente si moltiplica il peso dell’oggetto per la quotazione attuale e si adegua percentualmente in funzione dei millesimi dell’oro contenuti, si otterrà in questo modo il valore che riceverete dal negozio in cambio dell’oggetto.